Recensioni e consigli libri MAGGIO 2022 #recensionilibri

Per i consigli di lettura, questo mese vorrei parlarvi di “Un volo per Sara” di Maurizio De Giovanni edito da Rizzoli. De Giovanni ci regala un nuovo capitolo su Sara Morozzi, ex poliziotta ed ex agente segreto dell’Unità. Questa volta, ancora, il passato torna a bussarle alla porta. Tutto inizia da un incidente aereo, in cui muore un personaggio in vista e, durante un servizio in tv, l’ex agente Andrea Catapano, tra le voci delle vittime, ne riconosce una che è legata a un’indagine degli anni Novanta, quando l’Italia era sconvolta dallo scandalo Tangentopoli. E se l’incidente aereo non fosse stato causato da un’avaria e nascondesse qualcos’altro? Andrea avvisa l’attuale direttrice dell’Unità. Teresa Pandolfi, detta Bionda, e Sara, detta Mora. La donna, che ora è nonna del piccolo Massimiliano, nato dopo la morte di suo figlio, si fa aiutare ancora dalla nuora Viola e dal suo amico fidato, l’ispettore di polizia, Davide Pardo. Un’indagine che scopre segreti passati, che Sara di nuovo dovrà affrontare perché la verità non può essere celata per sempre. I ricordi fanno male, perché sono legati al suo grande amore Massimiliano, capo dell’Unità, che l’ha lasciata prematuramente. Un libro scritto, come sempre, molto bene, che ci fa scoprire ancora cose nuove sul personaggio di Sara. Non svelo nulla sul finale, perché il libro merita di essere letto. Ammetto che, all’inizio, Sara non è stato un personaggio che mi ha colpito e, invece, ora, col passare dei libri mi sta conquistando piano piano. Grazie, come sempre, a De Giovanni, che adoro come scrittore: ho divorato tutti i suoi libri, soprattutto le serie del Commissario Riccardi, dei Bastardi di Pizzofalcone e di Mina Settembre. Da leggere! Voto 4,5 su 5

Non posso non parlarvi di “Solo è il coraggio. Giovanni Falcone”, il romanzo di Roberto Saviano, edito da Bompiani. Un romanzo che ci parla del magistrato, ma soprattutto dell’uomo. Una vita raccontata in modo molto semplice e coinvolgente. A trenta anni dalla strage di Capaci, Saviano racconta la Sicilia dove è cresciuto e dove ha lavorato Falcone. Non mancano neppure riferimenti inediti sulla sua storia. Falcone ha lottato contro le ostilità sociali, ha avuto amicizie importanti con magistrati quali Chinnici, Caponnetto e Borsellino. Riconosciamo in lui l’umanità, il senso del dovere e la determinazione. Falcone ha scritto la storia della magistratura di quegli anni nella lotta contro la mafia. I suoi passi riecheggiano ancora nel Palazzo di Giustizia di Palermo e profumano di giustizia e impegno, che neppure la morte ha potuto fermare. Il 23 maggio 1992, l’Italia si è fermata a Capaci e, a distanza di poco, ha pianto, in luglio, Paolo Borsellino. Un libro scritto benissimo e che consiglio. Voto 5 su 5

Altro romanzo che consiglio è “Io sono Persefone”, di Daniele Coluzzi, edito da Rizzoli. Bel romanzo, scritto molto bene. Si racconta la storia di Persefone, prima di dimorare negli inferi. La bella e giovane dea, figlia di Demetra, si chiamava Core e passava le sue giornate con le oceanine. È, però, rapita da Ade, il re degli inferi, per farne la sua regina. Ella vuole fuggire, ma non ha messo in conto altri sentimenti, che emergono nel regno dei morti, fino alla scelta finale. Un bellissimo viaggio: nel mito e nell’animo umano. Da leggere! Voto 4 su 5

Ultimo libro che vi racconto è “Gli amanti di Brera. I delitti del casello (Vol. 7)”, di Rosa Teruzzi, edito da Sonzogno. Si tratta dell’ultimo capitolo, uscito dalla penna della Teruzzi, con la sua protagonista, Libera, fioraia del Giambellino. Questa volta, lei e sua madre, sconvolte dall’indagine precedente, la cui verità non ancora trovata potrebbe sconvolgere le loro vite, si trovano a indagare, insieme con la giornalista Irene, sul caso di una professoressa scomparsa con un giovane studente. La stampa è sul pezzo, ma, questa volta, a essere coinvolto è l’amico di Libera, il cuoco per il quale prova sentimenti forse legati più all’affetto che all’amore. Il suo cuore vola a Gabriele, capo della Squadra Mobile di Milano e capo di sua figlia, sempre più sfuggente. Cosa sta nascondendo quella ragazza che assomiglia al padre prematuramente scomparso durante un’indagine? Libera e sua madre indagano e arriveranno a una verità che porta alla luce segreti del passato. Anche questa volta la Teruzzi ci consegna un bel romanzo, lasciando aperte molte porte per il prossimo capitolo, dove spero sapremo qualcosa della vita di questi personaggi, che ormai mi sono entrati nel cuore. Milano, col suo clima autunnale è lo sfondo di una storia ben scritta, che scorre piacevolmente fino alla fine. Da leggere! Voto 4,5 su 5.

Classifica libri maggio 2022:

M. Alessia Del Vescovo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: